I tessuti del nostro corpo, per vivere, necessitano di ricevere le sostanze indispensabili a svolgere le diverse funzioni e ad eliminare le sostanze di scarto. Queste due importantissime azioni vengono garantite dalla circolazione sanguigna.

 

Alla base della malattia venosa c'è un'alterazione della circolazione determinata dall'insufficienza valvolare con reflusso, ipertensione venosa e stasi ematica, causa a loro volta di varici, sofferenza dei tessuti e ulcere venose.

insufficienza-venosa-3

 

La terapia ideale per l'insufficienza venosa deve tendere a risolvere e, comunque ridurre il più possibile, lo stato di ipertensione venosa per evitare la sofferenza e la morte cellulare conseguenti ed il grave danno dei tessuti cutanei, sottocutanei e muscolari.

L'elastocompressione rimane il provvedimentoterapeutico più noto, sperimentato, efficace e facilmente adattabile alle diverse espressioni di patologia venosa di cui disponiamo.

 

G

 

Il primo effetto della contenzione elastica è la riduzione del diametro venoso, più evidente in superficie e progressivamente meno efficace man mano che si scende in profondità. Non dobbiamo dimenticare infatti che un arto inferiore è comprimibile per definizione, essendo composto da tessuti a loro volta elastici, e che quindi, la pressione di compressione esterna verrà progressivamente dispersa. 

 

Questa considerazione ci introduce al concetto di personalizzazione della compressione. E' evidente quindi che per ogni paziente, per le sue caratteristiche e la sua malattia, si dovrà scegliere un tutore elastico differente. 

Il CENTRO ORTOPEDICO TRENTINO, offre una costante assistenza ai propri pazienti, proponendo una gamma completa di calze, gambaletti e calzini disponibili in tutte le taglie e classi di prevenzione o cura.

Nel caso in cui le misure degli arti inferiori non corrispondano a una taglia standard, le calze possono essere confezionate su misura. Su indicazione dello specialista, il tecnico ortopedico rileva tutte le misure dell'arto inferiore necessarie alla realizzazione del tutore su misura.  Insieme al paziente vengono decise determinate caratteristiche che rendono il tutore più confortevole, come per esempio l'inserimento del tassello traspirante nel collant o il tallone sagomato per non creare sfregamenti nelle zone di flessione articolare e caratteristiche estetiche come le varie colorazioni e la tipologia di tessuto.